Direzione Nazionale della Democrazia Cristiana

 

 

La Direzione Nazionale della Democrazia Cristiana ascoltata l’esposizione del Segretario Organizzativo  Antonio Fago e valutata la documentazione depositata agli atti

rileva

nell’operato del socio Raffaele Lisi  “fatti e situazioni che ledono la dignità del Partito, la sua immagine e la sua credibilità”.

Pertanto dispone il deferimento dello stesso al Collegio dei Probi Viri per le valutazioni e le decisioni di competenza.

Ritenuto, altresì, che ricorrano le condizioni previste dal 1° comma dell’art. 121 dello Statuto della Democrazia Cristiana,

dispone

la sospensione dal Partito dell’iscritto Raffaele Lisi, a titolo cautelativo e nelle more della decisione  che il  Collegio dei Probi Viri riterrà di adottare.

Roma,  10 magio 2019

Articoli più letti

Formazione

Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa

Nel corso della sua storia, e in particolare negli ultimi cento anni, la Chiesa non ha mai rinunciato — secondo le parole del Papa Leone XIII — a dire la « parola che le spetta » sulle questioni della vita sociale.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione