Comunicato stampa della Democrazia Cristiana storica

 

 

 

La Direzione nazionale della Democrazia Cristiana storica è venuta a conoscenza di una improvvida iniziativa del socio professore Nino Luciani. Lo stesso legittimato, a suo dire, da una delega del senatore Gianni Fontana, già presidente dell’Assemblea dei Soci, intende convocare a Roma il prossimo 12 ottobre, una nuova Assemblea dei Soci per contestare e annullare tutti gli Atti e le iniziative fin qui assunte legittimamente dagli Organi della Democrazia Cristiana storica, eletti regolarmente e statutariamente.

Si annota, altresì, che dal momento nel quale l’Assemblea dei Soci ha deliberato la convocazione del Congresso, la stessa e il senatore Fontana in qualità di Presidente, avendo esaurito il loro mandato, devono ritenersi decaduti ope legis.

E’ ovvio che tutti i democristiani che parteciperanno il 12 ottobre prossimo alla riunione indetta dal professore Luciani, di fatto, decadranno da Soci della Democrazia Cristiana storica, poiché in contrasto non solo con le decisioni fin qui assunte dagli organi previsti dallo Statuto e regolarmente eletti, ma anche con la storia recente della Democrazia Cristiana stessa.

Roma, 20 settembre 2019

Il Dirigente Organizzativo, Antonio Fago

Articoli più letti

Formazione

Carta Europea dei diritti fondamentali

I popoli europei nel creare tra loro un'unione sempre più stretta hanno deciso di condividere un futuro di pace fondato su valori comuni.