A tutti i Soci della Democrazia Cristiana

 

 

IL SEGRETARIO POLITICO

 

A tutti i Soci

della Democrazia Cristiana

Loro Sedi



Da alcuni soci D.C., già deferiti al collegio dei Probi Viri per provvedimenti disciplinari relativi a gravi violazioni statutarie etiche e comportamentali, vengono reiterate comunicazioni e iniziative già oggetto di precisazioni sulla infondatezza giuridica delle motivazioni e sulla illegalità conseguente delle attività programmate.

E' opportuno ribadire per evitare ulteriori strumentalizzazioni quanto segue:

  • L'assemblea dei soci D.C. autorizzata dal Giudice Romano per consentire la ricostituzione degli organi rappresentativi della Democrazia Cristiana ha esaurito la sua funzione con la convocazione e la celebrazione del Congresso svoltosi il 14 Ottobre 2018.
  • L'assemblea prevista per il 12 Ottobre è illegale perché manca di legittimazione da parte dei promotori. Essi, infatti, sono sprovvisti di una nuova ordinanza autorizzativa da parte del Magistrato; si attribuiscono abusivamente un potere di convocazione dei soci sulla base di una presunta nullità del Congresso Nazionale, svoltosi con la loro piena compartecipazione e in presenza di organismi rappresentativi operanti politicamente ed organizzativamente da un anno.
  • E' pertanto ingannevole il tentativo di neutralizzare, attraverso le decisioni della citata assemblea, il ricorso palesemente strumentale contro il Congresso presentato da ex soci del Partito in atto impegnati pubblicamente, lo stesso giorno e in altra sede, a promuovere con una assemblea auto convocata (da chi?) da vecchi soci del 1993 per la ricostituzione concorrenziale di un'altra Democrazia Cristiana.
  • E' altresì foriero di strascichi giudiziari, anche di natura penale, prevedibilmente derivanti da non corrette comunicazioni societarie e da eventuali decisioni proposte agli inconsapevoli soci coinvolti.
  • Dopo anni di sostanziale inerzia, si sta ricostituendo la D.C. politicamente e organizzativamente su tutto il territorio nazionale con l'impegno a perseguire un percorso programmatico ed operativo di più ampio respiro mirato all'unità dei cattolici democratici.

Sarebbe più ragionevole e auspicabile per tutti non attardarsi in misere dispute pseudo giuridiche, motivate dal livore o dall'insoddisfazione di alcuni, ma concorrere tutti pur con idee e proposte diversificate alla costruzione del progetto politico del Partito.

Renato Grassi

Adesione DC 2022

E' possibile effettuare l'adesione alla Democrazia Cristiana per l'anno in corso.

Scarica il modulo e invialo alla Segreteria Nazionale del Partito

Articoli più letti

Formazione

Fratelli tutti

Fraternità e amicizia sociale sono le vie indicate dal Santo Padre Francesco per costruire un mondo migliore, più giusto e pacifico, con l’impegno di tutti: popolo e istituzioni. Ribadito con forza il no alla guerra e alla globalizzazione dell’indifferenza. Il Papa la definisce una “Enciclica sociale” che mira a promuovere un’aspirazione mondiale alla fraternità e all’amicizia sociale. A partire dalla comune appartenenza alla famiglia umana, dal riconoscerci fratelli perché figli di un unico Creatore, tutti sulla stessa barca e dunque bisognosi di prendere coscienza che in un mondo globalizzato e interconnesso ci si può salvare solo insieme. Ovviamente la fraternità è da promuovere non solo a parole, ma nei fatti. Fatti che si concretizzano nella “politica migliore”, quella non sottomessa agli interessi della finanza, ma al servizio del bene comune, in grado di porre al centro la dignità di ogni essere umano e di assicurare il lavoro a tutti, affinché ciascuno possa sviluppare le proprie capacità. Al contempo, Papa Francesco sottolinea che un mondo più giusto si raggiunge promuovendo la pace, che non è soltanto assenza di guerra, ma una vera e propria opera “artigianale” che coinvolge tutti.

Leggi tutto...