Ufficio Politico della Democrazia Cristiana

 

 

La riunione che ha avuto luogo sabato 12 ottobre 2019 presso l’Istituto Volpicelli di Roma su convocazione di Nino Luciani, per la illegalità dei presupposti statutari e giuridici che l’hanno caratterizzata, ha posto tutti i partecipanti coinvolti nelle anomali decisioni fuori della Democrazia Cristiana. Molti di essi, infatti, pur facendo parte del Consiglio Nazionale, non riconoscendo il XIX Congresso, né il Segretario Politico eletto, né tutti gli Organismi conseguenti si sono autonomamente e deliberatamente posti fuori del Partito.

Con non senza un poco di amarezza, anche in ragione dei numerosi tentativi fatti al solo fine di scongiurare una soluzione di rottura, non resta che prendere atto della volontaria e deliberata decisione dei signori

Nino Luciani, Raffaele Lisi, Emilio Cugliari

e quanti altri risulteranno dagli Atti assembleari coinvolti nelle illegittime decisioni, constatando il loro non riconoscimento e abbandono del Partito della Democrazia Cristiana.

La presa d’atto ha decorrenza immediata.

13 ottobre 2019

Comunicato dell’Ufficio Politico della Democrazia Cristiana

 

Il verbale di quella Assemblea registra la presenza dei sotto elencati Signori:

 

CENTRO STUDI PER L'IMPEGNO POLITICO DEI CATTOLICI

Foglio on line politica economia e finanza pubblica - Sede in Bologna pubblica - Sede in Bologna

Presenti i seguenti soci, di presenza o per delega a soci presenti: Barbuto Nicola, Bellin Flavio, Belloni Marzio, Capodieci Aida, Castorina Carmelo, Catarsi Massimo, Colantoni Tonino, Cortese Giuseppe, Croci Beniamino, Cugliari Emilio, Cuoci Roberto, Cuofano Pasquale, Daniele Luigia, Della Croce Luciano, Di Turi Giovanni, Donatelli Francesco, Ferraiuolo Luigi, Leo Pellegino, Leonetti Carlo, Ligabò Aldo, Lisi Raffaele, Loperfido Domenico, Loperfido Lucia, Loperfido Luigi, Lucchese Paolo, Luciani Nino, Maggis Aldo, Mazzitelli Giovanna, Minelli Giampietro, Moretti Antonio, Musco Angelo, Napolitano Salvatore, Nicosia A. Franco, Orga Umberto, Pagano Salvatore, Palazzo Rosa, Piraino Antonella, Presutto Giuseppe, Sabella Antonio, Santaguida Anna, Saracino Carmela, Spaggiari Maria Ede, Spaggiari PierGiorgio, Stella Luciano, Torriani Luigi, Tribbia Caterina, Trisciani Filippo, Troisi Nicola, Tucci Gerardo, Tufaro Giulio, Valenti Valentina, Vello Giorgio, Zane Giampaolo.
Totali soci 53, validi per deliberare in base al codice civile: 

Articoli più letti

Formazione

Rerum novarum

L'ardente brama di novità che da gran tempo ha cominciato ad agitare i popoli, doveva naturalmente dall'ordine politico passare nell'ordine simile dell'economia sociale. E difatti i portentosi progressi delle arti e i nuovi metodi dell'industria; le mutate relazioni tra padroni ed operai; l'essersi accumulata la ricchezza in poche mani e largamente estesa la povertà; il sentimento delle proprie forze divenuto nelle classi lavoratrici più vivo...

Leggi tutto...