Solidarietà ad Alberto Alessi dalla Dirigenza nazionale della DC

 

 

 

IL SEGRETARIO NAZIONALE

 

 

Caro Alberto,

desidero esprimerti a nome di tutta la dirigenza nazionale del partito la più sentita solidarietà per la squallida aggressione personale che travalica ogni controversia politica rivolta alla tua persona  da un sedicente rappresentante legale della fantomatica D.C, artificiosamente disegnata da Luciani.

Con pazienza occorre cristiana comprensione delle miserie umane e del desiderio smodato di chi non avendo mai avuto  rappresentatività elettorale o un pur banale ruolo politico può farsi illudere da un venditore di merce taroccata.

Capita a questa gente di essere usati come utili ... strumenti  da chi vigliaccamente se ne serve per non rischiare in prima persona.
Meglio ignorarli evitando di cadere nelle provocazioni che servono solo a dar notizia della loro  altrimenti irrilevante presenza politica ed elettorale.

Cercano di creare confusione con false notizie e con artificiose  interpretazioni  di atti e vicende giudiziarie che troveranno chiarezza, al di là di una sempre possibile corretta lettura degli atti impropriamente citati, nelle pronunce definitive della Magistratura competente.

Dalla missiva fatta firmare  al  sedicente rappresentante legale, oltre le già note e farneticanti  motivazioni, va  rilevata una perla che evidenzia  ignoranza statutaria o sfrontata malafede.

Si afferma infatti che Il XIX Congresso nazionale  della D.C. svoltosi il 12 ottobre 2018  "è stato annullato dalla stessa assemblea congressuale e con esso tutte le cariche elette e quindi non occorre alcun tribunale per dichiararlo nullo".

E' un  falso ampiamente documentato.

L'assemblea congressuale ha eletto a stragrande maggioranza e senza nessuna eccezione procedurale, formalizzata in quella sede dalla Presidenza del Congresso o dai delegati presenti, il Segretario Nazionale e il consiglio nazionale del Partito.

Successivamente il consiglio nazionale ha esaminato la bozza di verbale congressuale pervenuta dal presidente del congresso, approvando ulteriormente ed in via definitiva la regolarità e le risultanze dei lavori congressuali.

Poiché i consiglieri nazionali, proclamati eletti a conclusione dei lavori congressuali, coincidono fisicamente con i delegati componenti l'assemblea Congressuale vi una evidente conferma del tentativo di falsare i fatti e diffondere notizie non veritiere al fine di danneggiare l'immagine e l'operatività della D. C.

Abbiamo precisato e confutato negli atti giudiziari e nelle diffide inviate agli interessati (sprovveduti o complici!) l'illegittimità statutaria e giuridica delle strumentali iniziative dirette  contro il Partito e i suoi rappresentanti.
Per questi motivi Luciani  è stato, con decisione del Collegio nazionale dei Probi Viri, espulso per indegnità politica dalla D.C.

Siamo impegnati nel progetto politico  di ricostruzione e rilancio della Democrazia Cristiana; non vogliamo farci attardare da speciose vicende giudiziarie, ma reagiremo con decisione in sede civile e penale contro ogni ulteriore tentativo (come nel caso dell'attacco all'on. Alessi)  di ledere la dignità personale dei dirigenti  del Partito  per sabotare l'attività politica della Democrazia Cristiana.

Ti saluto cordialmente

dott. Renato Grassi

Adesione DC 2021

E' possibile effettuare l'adesione alla Democrazia Cristiana per l'anno in corso.

Scarica il modulo e invialo alla Segreteria Nazionale del Partito

Articoli più letti

Formazione

Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo

Il 10 dicembre 1948, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato e proclamato la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è riportato di seguito.