Direzione Nazionale della Democrazia Cristiana

 

1-     Grassi Renato- Segretario nazionale del partito

2-     Fontana Gianni- Presidente del CN

3-     Troisi Nicola- Segretario amministrativo

4-     Alessi Alberto

5-     Armato Antonello

6-     Barbuto Nicola

7-     Baruffi Luigi

8-     Bertoli Danilo

9-     Bonalberti Ettore

10-   Caponetto Francesco

11-   Carmagnola Mauro

12-   Ciampi Patrizia

13-   Cugliari Emilio

14-   Cuofano Pasquale

15-   D’Agrò Luigi

16-   Fago Antonio

17-   Ferraiuolo Luigi

18-   Finesso Luciano

19-   Giannone Antonino

20-   Gubert Renzo

21-   Laperuta Antonio

22-   Lisi Raffaele

23-   Lo Curzio Enrico

24-   Loperfido Domenico

25-   Luciani Nino

26-   Marino Antonio

27-   Musco Angelo

28-   Pedrana Paolo

29-   Portacci Amedeo

30-   Napolitano Salvatore

31-   Rosciano Giuseppe

32- Stella Luciano

33- Torre Carmelo

 * * *

Componenti del Consiglio Nazionale della DC

 

A norma dello Stato, nel corso dei lavori del XIX Congresso, è stato eletto il Consiglio Nazionale del Partito. Sono stati eletti:

 

AREA NORDOVEST

Nusco, Russo, Baruffi, Cugliari, Giannone, Pedrana, Spaggiari, Patria, Sartoris, Carmagnola, Bazzani, Bocchio, Carena. Totale: 13.

AREA NORDEST

Panin, De Fecondo, Zarpellon, Cimatti, D’Agrò, Rossi, Bonalberti, Finesso, Malvestio, Zabeo, Fontana, Monopoli, Portacci, Bertoli, Gubert, Luciani. Totale: 16.

AREA CENTRO

Gala, Pagano, Desideri, Cuofano, Armato, Disangiuliano, Leonetti, Ciampi, Rosini. Totale: 9.

AREA SUD

Lisi, Ammaturo, Fago A., Fago F., Lo Perfido, Banzo, Ligabò, Barbuto, Marino, D’Amico, Vezzana, Stella, De Leonardis, Ferrara, Gaggiotti, Mazzitelli, Ferraiolo, Troisi, La Peruta, Napolitano, Ranieri, Pompei, Rosciano. Totale: 23.

AREA ISOLE

Delegati eletti: Alessi, Grassi, Caponetto, Torre, Pulvirenti, Lo Curzio, Schirò, Gerace, Bongiorno, Scarcione, Lotà, Pellegrino. Totale: 12.

Articoli più letti

Formazione

Rerum novarum

L'ardente brama di novità che da gran tempo ha cominciato ad agitare i popoli, doveva naturalmente dall'ordine politico passare nell'ordine simile dell'economia sociale. E difatti i portentosi progressi delle arti e i nuovi metodi dell'industria; le mutate relazioni tra padroni ed operai; l'essersi accumulata la ricchezza in poche mani e largamente estesa la povertà; il sentimento delle proprie forze divenuto nelle classi lavoratrici più vivo...

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione