L’impegno sociale e politico dei cattolici

 

Domanda:  

Si osserva la nascita di partiti politici di stampo cattolico, che affermano la centralità dei valori fondanti della Chiesa Cattolica. Come guarda la Chiesa a tali partiti?

 

Risposta:

La Chiesa più che guardare alle azioni dei partiti, si preoccupa del bene comune. Ha grande cura per lo sviluppo integrale della promozione umana, per la valorizzazione della cultura della vita e per la difesa dei poveri. Diceva La Pira che la politica è “un impegno di umanità e santità” che cerca di ispirare la “costruzione cristianamente ispirata della società in tutti i suoi ordinamenti”. Quindi penso che l’impegno sociale e politico dei cattolici sia un fatto assolutamente normale e doveroso. Ma a due condizioni: innanzitutto, è un’attività che spetta al laicato cattolico ben formato e consapevole. In secondo luogo, è un’attività che ha un solo obiettivo: il servizio gratuito al Paese.  

Articoli più letti

Formazione

Centesimus Annus

Il centenario della promulgazione dell'Enciclica del mio predecessore Leone XIII di v.m., che inizia con le parole Rerum novarum, segna una data di rilevante importanza nella presente storia della Chiesa ed anche nel mio pontificato. Essa, infatti, ha avuto il privilegio di esser commemorata con solenni Documenti dai Sommi Pontefici, a partire dal quarantesimo anniversario fino al novantesimo: si può dire che il suo iter storico è stato ritmato da altri scritti, che la rievocavano ed insieme la attualizzavano.

Leggi tutto...