Tesseramento

 

La Direzione Nazionale della Democrazia Cristiana, riunitasi a Roma il 20 maggio 2021, ha deliberato che il tesseramento con validità biennale in atto, causa le limitazioni imposte dal covid, si concluderà il 31 dicembre 2021.

Ai fini della partecipazione al Congresso Nazionale, saranno considerate valide le iscrizioni già effettuate per il biennio  2020/2021 e le nuove iscrizioni trasmesse entro il 15 luglio 2021.

Gli iscritti nel biennio 2018/2019 potranno rinnovare l’adesione al partito, trasmettendo contestualmente, entro il 15 luglio 2021, la conferma dell’iscrizione e la quota prevista (Euro 10,0) da versare sul conto corrente intestato a:

 

Democrazia Cristiana presso BPER - Agenzia Piazza del Parlamento – Roma  

IBAN  IT04K0538703225000002990058

 

Il Consiglio Nazionale del Partito  il cui svolgimento è previsto per il prossimo mese di luglio, delibererà la convocazione del Congresso Nazionale, il relativo regolamento e la tempistica dello svolgimento delle assemblee provinciali e regionali.

 

NB. E' POSSIBILE SCARICARE IL MODULO DI ADESIONE ALLA DC

CLICCANDO IL PULSANTE CHE SI TROVA

SULLA DESTRA DI QUSTA STESSA SCHERMATA

Adesione DC 2022

E' possibile effettuare l'adesione alla Democrazia Cristiana per l'anno in corso.

Scarica il modulo e invialo alla Segreteria Nazionale del Partito

Articoli più letti

Formazione

Fratelli tutti

Fraternità e amicizia sociale sono le vie indicate dal Santo Padre Francesco per costruire un mondo migliore, più giusto e pacifico, con l’impegno di tutti: popolo e istituzioni. Ribadito con forza il no alla guerra e alla globalizzazione dell’indifferenza. Il Papa la definisce una “Enciclica sociale” che mira a promuovere un’aspirazione mondiale alla fraternità e all’amicizia sociale. A partire dalla comune appartenenza alla famiglia umana, dal riconoscerci fratelli perché figli di un unico Creatore, tutti sulla stessa barca e dunque bisognosi di prendere coscienza che in un mondo globalizzato e interconnesso ci si può salvare solo insieme. Ovviamente la fraternità è da promuovere non solo a parole, ma nei fatti. Fatti che si concretizzano nella “politica migliore”, quella non sottomessa agli interessi della finanza, ma al servizio del bene comune, in grado di porre al centro la dignità di ogni essere umano e di assicurare il lavoro a tutti, affinché ciascuno possa sviluppare le proprie capacità. Al contempo, Papa Francesco sottolinea che un mondo più giusto si raggiunge promuovendo la pace, che non è soltanto assenza di guerra, ma una vera e propria opera “artigianale” che coinvolge tutti.

Leggi tutto...