IL SEGRETARIO POLITICO NAZIONALE

Cari Amici, 

Il 6 e 7  maggio p.v., come deliberato dal Consiglio Nazionale del Partito, si svolgerà a Roma il XX congresso della Democrazia Cristiana.
Il tema scelto è:  

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA  CON I POPOLARI EUROPEI

PER UNA EUROPA PROTAGONISTA DI PACE, SOLIDARIETA’ E  SVILUPPO


Il Consiglio nazionale ha altresì indicato la opportunità di un approfondimento nel dibattito precongressuale delle tematiche che attualmente animano il confronto tra le forze politiche  sui temi istituzionali, sociali ed economici  e che  impongono una ridefinizione della connotazione identitaria del partito, dei suoi riferimenti valoriali e del suo progetto politico, per adeguare iniziative e programmi alle evoluzioni culturali e temporali in atto.

In particolare, ma ovviamente in maniera  non esclusiva, sono state individuate alcune tematiche che saranno oggetto di elaborazione e di divulgazione  attraverso appositi gruppi di lavoro che in sede congressuale definiranno e proporranno specifiche proposte programmatiche .

Il sen. Renzo Gubert, Presidente del Partito, coordinerà i gruppi di lavoro per una sintesi propositiva.

Si allega uno schema orientativo  utile per il dibattito e le scelte conseguenti.

Con l'augurio di buon lavoro, vi saluto con viva cordialità. 

 

                                      Il Segretario Politico Nazionale dott. Renato Grassi                                           

                                                                                      

 

 

 

Gruppi tematici per il XX Congresso Nazionale



Gruppo 1

POLITICHE EUROPEE  

Coordina l'on. Francesca Donato

  • Collegamento e impegno con il P.P E.
  • Riforma del patto di stabilità
  • Percorso di maggiore integrazione per un'Europa più federale
  • Rapporti con i paesi mediterranei
  • Strategia unitaria rispetto alla immigrazione
  • Programmi di sostegno allo sviluppo dei Paesi Africani

Gruppo 2

POLITICHE ECONOMICHE

Coordina l'on. Luigi Dagrò

  • PNNR  e politiche per lo sviluppo del Paese
  • Transizione ecologica
  • Politiche fiscali
  • Lotta alle disuguaglianze e salario minimo.

Gruppo 3

POLITICHE ISTITUZIONALI 

Coordina l'avv. Luigi Rapisarda

  • Repubblica presidenziale
  • Autonomia differenziata
  • Ripristino Amministrazioni provinciali
  • Riforma della Magistratura

 

Gruppo 4

CONNOTAZIONE IDENTITARIA DEL PARTITO  

Coordina l'ing. Giuseppe Rotunno

  • Laicità della D.C e rapporti con istituzioni religiose e  associazionismo cattolico
  • Dottrina sociale della Chiesa, riferimenti valoriali e impegno attuativo in una società in continua trasformazione
  • Centralità della persona umana e nuovo umanesimo
  • Llegislazione sociale e diritti individuali.

 

Gruppo 5   

FORMA PARTITO  

Coordina il dr. Mauro Carmagnola

  • Riforma e snellimento della struttura statutaria della D.C.
  • Decentramento regionale del Partito    
  • Informatizzazione della struttura organizzativa e comunicativa.
  • Collegamento e presenza sui social e i mass media etc. 
  • Maggior peso  alle presenze negli organi rappresentativi agli eletti nelle istituzioni pubbliche
  • Interlocuzione e possibile impegno comune con le associazioni culturali, imprenditoriali  e settoriali che operano ai vari livelli  delle strutture comunitarie.

Adesione DC 2024

E' possibile effettuare l'adesione alla Democrazia Cristiana per l'anno in corso.

Scarica il modulo e invialo alla Segreteria Nazionale del Partito

Articoli più letti

Formazione

Caritas in veritate

La Carità nella verità, di cui Gesù s'è fatto testimone è la principale forza propulsiva per il vero sviluppo di ogni persona e dell'umanità intera. Il Papa Benedetto XVI ricorda che la carità è la via maestra della dottrina sociale della Chiesa. D'altro canto, dato il rischio di fraintenderla, di estrometterla dal vissuto etico, va coniugata con la verità. E avverte: Un Cristianesimo di carità senza verità può venire facilmente scambiato per una riserva di buoni sentimenti, utili per la convivenza sociale, ma marginali. Lo sviluppo ha bisogno della verità. Senza di essa, afferma il Pontefice, l'agire sociale cade in balia di privati interessi e di logiche di potere, con effetti disgregatori sulla società. Benedetto XVI si sofferma su due criteri orientativi dell'azione morale che derivano dal principio carità nella verità; la giustizia e il bene comune. Ogni cristiano è chiamato alla carità anche attraverso una via istituzionale che incida nella vita della polis, del vivere sociale.

Leggi tutto...

Error: unable to get links from server. Please make sure that your site supports either file_get_contents() or the cURL library.